Certificazioni - Ambiente

Impegni precisi a tutela di tutti

 

L’Azienda aderisce alle seguenti certificazioni obbligatorie e volontarie:

 

   9001    14001    JAS    BIO
   BRC    DEMETER    CTK (Inglese)    CTK (Francese)
   IFS          

 

La Coppola Spa si è anche dotata di un Codice Etico che definisce l'insieme dei valori che la società riconosce, accetta e condivide, a tutti i livelli, nello svolgimento dell'attività d'impresa.

 

  • Codice Etico

 

AMBIENTE:
LA COPPOLA SPA È MOLTO SENSIBILE ALLE TEMATICHE AMBIANTALI ED OGNI STRATEGIA È VOLTA ALLA DIMINUZIONE DELL'IMPATTO SULL'AMBIANTE DELLA SUA PRODUZIONE. L'IMPEGNO NEI CONFRONTI DELL'AMBIENTE SI CONCRETIZZA SIA CON INVESTIMENTI IN NUOVI IMPIANTI CHE CON PROCESSI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI, RIUSO DEI MATERIALI E SOLUZIONI LOGISTICHE INNOVATIVE.

FIORE ALL'OCCHIELLO DELL'AZIENDA È IL MAGAZZINO AUTOMATICO CHE, RIDUCENDO I TRASPORTI E LA MOVIMENTAZIONE DEI PRODOTTI, COMPORTA UNA CONSIDEREVOLE DIMINUZIONE DELL'INQUINAMENTO.

 

Impianti fotovoltaici

Dal 2011 ad oggi la Coppola Spa ha iniziato ad investire nell’energia rinnovabile con un primo impianto di 250 kwp per arrivare ad un impianto che complessivamente raggiunge la potenza di 850 kwp garantendo al contempo un risparmio annuo per l’Azienda di circa il 10% di autoconsumo di energia elettrica ed una diminuzione di produzione di CO2 di circa 540 tons annui. Entro la prima metà dell’anno 2015 sarà completato un’ulteriore impianto di 150 kwp portando così la potenzialità totale istallata a circa 1 Mw di potenza. L’Azienda, inoltre, investe in economizzatori e recuperatori di calore per il risparmio di gas metano.

Smaltimento dei rifiuti in termini ambientali

Sempre nell’ottica di rispetto per l’ambiente, la Coppola Spa assume una politica molto rigida per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti. Oltre a smaltirli seguendo quanto previsto dalle normative vigenti, alcuni rifiuti vengono recuperati il più possibile. Ad esempio gli imballaggi che i fornitori utilizzano per il trasporto delle merci vengono riconsegnati per essere riutilizzati. Per quanto riguarda gli scarti di produzione e sottoproduzione, questi sono destinati alla zootecnica in modo da rendergli una “seconda vita”.